Cinghiale (Sus scrofa) - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:



Cinghiale (Sus scrofa)


Il cinghiale (Sus scrofa Linnaeus, 1758) è un mammifero artiodattilo della famiglia dei Suidi.
Sus scrofa majori - comprendente i cinghiali dell'Italia centrale, più piccoli rispetto alla sottospecie nominale, ma con cranio più grosso ed allargato in proporzione alle dimensioni.


Descrizione
Il cinghiale può raggiungere il metro di altezza e  pesare fino a due quintali. Ha pelo ispido e scuro, grugno allungato e  canini aguzzi e sporgenti. Nonostante possieda un aspetto goffo, è molto  rapido nella corsa e nel nuoto. La vista debole è largamente compensata  da udito e olfatto acutissimi. Di  indole pacifica, può diventare assai pericoloso se attaccato. Erratico e  onnivoro, ha l'abitudine di scavare il terreno per cercare il cibo. La  sua attività di scavo si rivela assai utile nelle zone boschive, perché  favorisce la distribuzione dei semi e la rotazione del patrimonio  forestale. I branchi sono formati dalle femmine, dai piccoli e dai  giovani maschi, che, raggiunta la maturità sessuale, si allontanano per  vivere solitari e si ricongiungono al branco solo nell'epoca degli  amori. Le femmine, dopo una gestazione di 18 20 settimane, partorisce  dai quattro ai dodici porcellini, in certi casi anche due volte l'anno.

Fonte

L'ora in MAREMMA:


Torna ai contenuti | Torna al menu