Talamone - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Talamone
« Tu li vedrai tra quella gente vana
che spera in Talamone, e perderagli
più di speranza ch'a trovar la Diana;
ma più vi perderanno li ammiragli. »
(Dante, Divina Commedia - Purgatorio Canto XIII)

Talamone
è una frazione del comune di Orbetello della Provincia di Grosseto in Toscana.

Geografia
Il paese sorge su di un promontorio roccioso, che si trova sul confine meridionale del Parco Naturale della Maremma, in posizione dominante su tutto il tratto di costa che da Talamone arriva al Monte Argentario.
Il territorio circostante è caratterizzato dalla presenza della vegetazione tipica della macchia mediterranea e da lunghe spiagge sabbiose, costeggiate da pinete.
Talamone è facilmente raggiungibile dalla Via Aurelia; dista circa 25 km da Grosseto e 10 da Orbetello.

Storia

Talamone è un paese che, sebbene amministrativamente oggi sia solo una frazione, nella Maremma Grossetana ha avuto una propria storia e rilevanza, distinte da quelle della città lagunare. Antica e fiorente città già in epoca etrusca, vide combattere nel 225 a.C. sul suo territorio una decisiva battaglia tra romani e orde celtiche dirette verso Roma.
Talamone fu poi rasa al suolo da Silla per l'appoggio che i suoi cittadini diedero a Gaio Mario nel suo tentativo di marciare contro Roma al ritorno dal suo esilio africano.
Anche Talamone, come Orbetello, passò l'alto medioevo senza lasciar traccia e allo stesso modo passò di dominio in dominio (Aldobrandeschi, Siena), finché nel 1559 il territorio fu ceduto alla Spagna e anche Talamone entrò a far parte dello Stato dei Presidii.
Il porto della cittadina è stato una tappa della spedizione in Egitto dell'Ammiraglio Horatio Nelson, che partì nel 1798 da Tolone per Napoli, sostando a "la rade de Tagliamon sur les côtes de Toscane" come hanno scritto lo stesso Napoleone nelle sue Memorie, il Thibaudeau nella sua Histoire general de Napoleon Bonaparte, nonché il Thiers ed il Tissot nelle rispettive Histoire de la Révolution Française.
Ma il nome della città è sicuramente legato all'impresa di Giuseppe Garibaldi e dei suoi mille che nel 1860, anno in cui Talamone fu annessa al Regno d'Italia, vi fecero scalo per rifornirsi di acqua ed armi e per sbarcare 313 garibaldini repubblicani che non vollero essere strumenti del re Vittorio Emanunele II.
Tra i monumenti spicca la Rocca che, dal promontorio, domina l'intero abitato e un lungo tratto costiero.
Da notare che nelle mappe più antiche, fino al 1800, la località veniva indicata con due riferimenti geografici: Talamone e Talamone Vecchio (Talamonaccio).

Cultura

Nei pressi di Talamone si trova l'entrata più meridionale del Parco Naturale della Maremma, dal quale partono alcuni sentieri naturalistici.
Sulla spiaggia di Talamone è ammessa la pratica sportiva del Kitesurfing.
A Talamone è possibile visitare l'Acquario della laguna, composto da una decina di vasche.
Nel 2008 è stato set di alcune scene del film Agente 007 - Quantum of Solace.

Le chiese
Chiesa di Santa Maria Assunta
Chiesa della Madonna delle Grazie
Mausoleo Vivarelli (cappella del cimitero)
Fortificazioni e torri costiere
Mura di Talamone
Rocca aldobrandesca
Torre di Capo d'Uomo
Torre delle Cannelle
Torre di Talamonaccio
Aree archeologiche
Tempio di Talamonaccio

Fonte WIKIPEDIA

L'ora in MAREMMA:
Torna ai contenuti | Torna al menu