Taccola (Corvus monedula) - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:



Taccola (Corvus monedula)


La taccola (Corvus monedula) è una delle specie più piccole (32-39 cm in lunghezza) del genere corvus.[2] La maggior parte del piumaggio è nero o grigiastro tranne che nelle guance, nella nuca e nel collo, che sono grigio chiaro o grigio argento. L’iride è bianco-grigiastra o bianco-argentea, unico membro del genere al di fuori della regione dell’Australasia ad avere questa caratteristica. L’uccello è socievole, si sposta in coppia (maschio e femmina) o in gruppi più consistenti, anche se le coppie di uccelli stanno insieme all’interno degli stormi. Spesso si aggrega con corvi e storni.

Konrad Lorenz, nei suoi libri L'anello di Re Salomone e Osservazioni sulle taccole, ne descrive dettagliatamente il comportamento sociale. Vi è una varietà di taccola presente nell'Europa del nord (questa specie è però rara ed accidentale), chiamata "Taccola di Dauria", nella quale differenza principale rispetto alle altre specie è costituita dal colore grigio del corpo nettamente più chiaro rispetto alle normali taccole (tanto da sembrar bianco). Il volo della taccola è rapido, rettilineo, con profondi battiti d'ala.

Varietà
Popola un'area molto grande, che si estende dall'Africa nordoccidentale attraverso praticamente tutta l'Europa, l'Iran, l'India del Nord-Ovest e la Siberia. Abita le steppe, i boschi, le terre coltive, i pascoli, gli scogli sulle coste e i paesi e le città. Un'altra specie strettamente legata alla taccola è il corvus dauricus: le due specie provengono dallo stesso sottordine, Coloeus.

Alimentazione
Il nutrimento viene preso prevalentemente dal terreno, ma ne trova un po' anche negli alberi. Mangia insetti e altri invertebrati, semi di alghe e di frumento, resti di cibo umano nelle città, pesci alla deriva sulle spiagge e ruba cibo dalle tavole molto più in fretta di altri uccelli del genere dei corvi. In città preda le uova e i piccoli dei piccioni.

Nido

Nidifica in muri e rocce, in cavità possibilmente spaziose con ingresso relativamente stretto. Spesso coabita con altre specie. Altezza dal suolo: da 2-3 m ad oltre 100 m. Il nido è a coppa, composto da stecchi, rametti, pezzi di carta, pelli, plastica, ossa, ciuffi erbosi, radici, piuma, lana, corda, fili naturali eartificiali etc. Il nido viene costruito dalla coppia in 1-3 settimane. Di solito viene rioccupato. Le uova hanno forma da ovale a ellittica e sono lisce, lucide, di colore nero, bruno-oliva o grigio; di solito vi sono 4-5 uova per covata. La deposizione ha luogo da circa la prima metà di aprile fino a fine maggio. Le uova vengono covate per 17-18 giorni.

Verso
Il verso della taccola è un frequente, nasale ed acuto "jak, chiak, kya, ciak" e note simili. Spesso emette richiami in gruppi misti con il corvo, producendo suoni più forti e squillanti.


Fonte WIKIPEDIA

L'ora in MAREMMA:


Torna ai contenuti | Torna al menu