Moriglione (Aythya ferina) - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:


Moriglione (Aythya ferina)

Il Moriglione (Aythya ferina, Linnaeus, 1758) è un uccello anseriforme appartenente alla famiglia degli Anatidi.

Distribuzione e habitat
Raramente in mare aperto; frequente i laghi piccoli e grandi, acque morte e ecc.. Nidifica nei fitti cannetti.
Vive in Europa, Asia, Africa del nord, ed America del nord, in Italia ci sono scarse nidificazioni sparse un pò ovunque ma sempre ad altitudini basse, e dove ci sia acqua.
Presente nella Laguna d Orbetello e nell'Oasi WWF del Lago di Burano, svernante.

Biologia

Il moriglione predilige i grandi spazi aperti, in particolare gli specchi di acqua dolce relativamente profondi e con scarsa vegetazione. Ha un notevole istinto gregario, potendo riunirsi in branchi numerosi non solo con individui della sua specie ma anche di altri uccelli acquatici, come le morette e le folaghe. Come gran parte degli anatidi, è del resto tollerante alla presenza di altre specie di uccelli.

Identificazione
45 cm. Corona alta, profilo della testa lungo e inclinato. Maschi facilmente riconoscibile per tetsta e collo castano scuro uniforme, in contratso con il petto nero e col corpo grigi pallido. Becco nero con striscia azzurra pallido; una banda grigia  alare e l'assenza di bianco sull'ala distinguono il maschio da Fistione turco (becco rosso, bianco sull'ala). In "eclisse" somiglia lla femmina ma, superiormente, è più grigio. La femmina ha il capo e le parti anteriori brune; differisce dalla femmina della Moretta grigia per una indistinta macchia pallida intorno al becco e al mento; un anello buastro intorno al becco e banda alare grigia (non bianca). Raramente in terra; riposa di giorno sull'acqua; si nutre all'alba e al tramonto. Si tuffa facilmente.

Voce
Raramente "vocale". Maschio: fischio rauco, vibrato. Femmina: "borbottio" rauco. Gli stormi emettono un calmo coro fischiante.

Cibo ed Alimentazione

Il moriglione, essendo anatra tuffatrice, si ciba tuffandosi anche per diversi metri di sostanze vegetali ma anche, con buona percentuali, di piccoli animali.

Fonti: WIKIPEDIA - GUIDA DEGLI UCCELLI D'EUROPA (Franco Muzio Editore)

L'ora in MAREMMA:


Torna ai contenuti | Torna al menu