Larinioides cornutus - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Larinioides cornutus

Caratteristiche

Corpo lungo 6-8 mm nel maschio, 9-13 mm nella femmina. Prosoma gene¬ralmente marrone-grigio, opistosoma fondamentalmente biancastro, marrone-giallognolo o marrone rossastro chiaro, con macchia cuneiforme frontale dal bordo chiaro prolungato nettamente verso il retro. Metà posteriore con disegno scuro a forma di foglia, dai contorni netti, molto più chiaro lungo l'asse mediano. Esemplari adulti visibili durante tutto l'anno.

Distribuzione

Soprattutto in habitat umidi e aperti, in particolare sulle rive di corsi o specchi d'acqua; frequente ovunque.

Comportamento
Questa specie costruisce spesso la sua ragnatela, provvista di relativamente pochi raggi (15-20), sull'erba o tra piante erbacee alte, più raramente anche su cespugli. Di giorno è quasi sempre rintanato in un rifugio di seta a trama molto fitta e aperto verso il basso, nei pressi immediati della ragnatela. Questo rifugio a forma di palloncino, spesso rivestito esternamente di frammenti di piante e resti di prede, ricorda nella forma la tela a sacco del Cheiracanthium punctorium. L'accoppiamento avviene in autunno o in primavera. Durante la stagione degli accoppiamenti i maschio trascorre spesso molto tempo con la femmina nello stesso rifugio. L'accoppiamento non avviene tuttavia nel rifugio ma, come per l'Araneus diadematus, su uno speciale filo di corteggiamento tessuto dal maschio. Nel corso dell'estate la femmina costruisce 3-5 ovisacchi di seta gialla e lanuginosa e li fissa alla parte superiore del suo rifugio.

Specie simili

Talvolta sono possibili confusioni con la specie Larinioides folium, finora poco nota, che però vive solo in habitat secchi, p. es. su prati aridi. Si può distinguere dal Larinioides cornutus mediante l'analisi approfondita della struttura degli organi genitali, comunque è nettamente più raro di questo.

Fonte GUIDA AI RAGNI D'EUROPA

L'ora in MAREMMA:
Torna ai contenuti | Torna al menu