Agalenatea redii - Terra di Maremma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Agalenatea redii


L'Agalenatea redii appartiene alla famiglia Araneidae


Caratteristiche
Corpo lungo 3,5-5,5 mm nel maschio, 7-8 mm nella femmina. Opistosoma leggermente più largo che lungo. Livrea molto variabile: al centro del dorso è spesso presente una banda mediana con due restringimenti, spesso con bordo chiaro, con sui lati macchie perpendicolari scure, anche'esse dai bordi chiari; nella zona anteriore dell'opistosoma si osservano spesso due grandi macchie bianche oppure segni segni scuri quasi del tutto assenti e solo ina macchia scura a forma di stemma, con bordo chiaro, nella sezione posteriore dell'opistosoma. Esemplari adulti già da aprile e maggio, sporadicamete fino a giugno.


Distribuzione
Prevalentemente in habitat aperti e asciutti, ad esempio ai bori dei sentieri assolati, sui terreni brulli o prati aridi; piuttosto frequente quasi ovunque.

Comportamento

L'Agalenatea ama costruire la sua ragnatela orbicolare sulle piante erbacee secche e morte dell'anno precedente. Nei pressi immediati della telacostruisce un rifugio aperto verso l'altro, molto simile a quello dell'Acupelira ceropegia. Di giorno staziona generalmente al centro della ragnetela quando c'è il sole e nel rifugio quando è nuvoloso. Nel periodo degli accoppiamenti (inizio maggio) vi si possono spesso trovare coppie di ragni. Le uova sono racchiuse in un ovisacco marrone giallognolo di 6-8 mm in cui i piccoli trascorrono tutto l'inverno.


Fonte GUIDA AI RAGNI D'EUROPA

L'ora in MAREMMA:
Torna ai contenuti | Torna al menu